• Pane di matera, fetta a cuore

"Il pane, l'acqua ed il vino, le tre cose più necessarie alla vita, sono eccellenti; ed il pane e l'acqua in ispecie, non sono inferiori a quelli di nessun paese del Regno."

Conte Carlo Ulisse De Salis Marschlins, parlando di Matera, da "Viaggio nel Regno di Napoli", 1789

Dopo aver letto questo articolo di Nunzio Romano, veramente ottimo e garbato e con una punta di delicata ironia sapientemente dosata, ribaltandomi dalle risate, memore degli obbrobri letti su alcuni menù dei ristoranti italiani all'estero (esposti all'esterno, mica sono tipa che all'estero mangia italiano io!), ho deciso di riprenderlo, ad uso e consumo degli italiani, e di fare l'operazione inversa, cioè scrivere in italiano quali sono i luoghi comuni che ci riguardano (per chi non conoscesse queste "pratiche"), aggiungendo qualche commento (da italiana).

E allora incominciamo:
 

  1. Cappuccino dopo pranzo
    Lavorando nel settore turistico ho osservato spesso turisti stranieri (principalmente tedeschi, americani e giapponesi) concludere un pranzo con un cappuccino o con un tè, equiparandolo al caffè che suggella in Italia la chiusura di un pasto. La mia amica Chiara che ha lavorato diversi anni in un ristorante italiano a Edimburgo mi ha raccontato di richieste ancora più terribili, come una pizza con cozze e gamberetti con aggiunta di parmigiano (accompagnata da un frappè di fragole), tanto da aver messo in piedi con i colleghi italiani, un sistema di scommesse per chi prendesse l'ordinazione più assurda! L'autore conclude spiegando diligentemente  al pubblico non italiano che il cappuccino di solito si prende la mattina, accompaganto da una brioche, e al massimo per merenda!

     
  2. Il risotto e la pasta come contorno
    In Italia l'ordine delle portate segue un preciso schema, bacchetta l'autore, è un sacrilegio servire pasta e risotto come contorno! Sì, perchè è pratica comune in molti ristoranti italiani, e vi dirò di più, la pasta servita è cotta spesso calandola nell'acqua fredda, vi lascio immaginare il risultato!

     
  3. La Festa dei Sette Pesci
    Conosciuta in America come tradizione tipicamente italiana ma totalmente sconosciuta da queste parti, prevede il consumo di sette diverse varietà o portate di pesce la vigilia di Natale, io ne avevo scoperto l'esistenza grazie a Silvana, una utente del forum di Cookaround emigrata dagli Abruzzi da bambina negli USA, rimanendo parecchio sconcertata! L'autore ricollega questa pratica ai giorni di magro in cui per il calendario cristiano si doveva digiunare o almeno evitare il consumo di carne (qui a Matera sicuramente la vigilia della Immacolata , l'8 dicembre, o la viglilia di Natale per esempio).

     
  4. Il ketchup sulla pasta
    Scrive giustamente l'autore che è il crimine culinario che più sciocca gli italiani, ed ha perfettamente ragione, ma forse non ha mai assaggiato qualcosa come la terribile pizza che mi convinse ad acquistare un amico in crisi di astinenza da cibo italiano in Croazia condita con ketchup ed emmenthal!

     
  5. Spaghetti Bolognese
    Altro cavallo di battaglia dei ristoranti italiani all'estero (addirittura il "nostro" piatto più conosciuto, scrive l'autore) questi spaghetti farebbero per lo meno sorridere in Italia, dove, come chiarisce giustamente Romano, ogni condimento si abbina al formato di pasta più adatto, senza scampo! Candidamente, scrive ancora, sono "virtualmente introvabili" nei ristoranti a Bologna. Ma non mi dire?!

     
  6. La pasta con il pollo
    Altro piatto "tipicamente italiano" servito oltre confine (penso principalmente nei paesi anglofoni, dove non è raro trovare questo condimento anche sulla pizza), e totalmente sconosciuto nelle nostre cucina, come scrive l'autore "con imbarazzo".

     
  7. La Caesar Salad
    Terzo piatto sconosciuto in Italia ma universalmente accettato come nostrano, la Caesar Salad, "inventata" dallo chef (evidentemente già all'estero) Caesar Cardini negli anni '20 e divenuta famosa grazie alla predilezione delle star di Hollywood per tale pietanza.

     
  8. Le tovaglie a quadretti rossi e bianchi
    Per qualche strano motivo il cibo italiano è associato a questo tipo di biancheria da tavola, scrive l'autore, ed i turisti stranieri sono molto delusi dal constatare che nessun ristorante la usa. Aggiungo io, magari non trovano neppure la candela inserita nel fiasco impagliato vuoto di vino. E neanche il cuoco tenore che accompagna con un aria di Puccini una cena romantica. O il suonatore di mandolino che compare discretamente alle spalle dei commensali. A pensarci bene queste tovaglie a quadratini io le ho viste da qualche parte: le ho viste nei dehors dei ristoranti romani vicini ai luoghi più turistici, dove un piatto di spaghetti aglio e olio costa 15 euro, dove saggiamente la maggior parte degli italiani non siede mai, e dove casualmente i clienti sono principalmente americani, inglesi, giapponesi....................

     
  9. Le fettuccine alla Alfredo
    La più facile delle ricette italiane, una semplice ed ottima pasta con (molto) burro e parmigiano, "inventata" a Roma da un tale Alfredo Di Lelio per invogliare la moglie puerpera e inappetente a nutrirsi, non è affatto considerata con tale nome un grande classico in Italia, tanto che la maggior parte degli italiani a cui ho chiesto se la conoscessero come prima cosa mi ha risposto "ma Alfredo chi?!". Oltre oceano invece è considerata una delizia, una sciccheria italiana.

     
  10. Gli spaghetti con le polpette
    Resi famosi dal film Disney Lilly e il Vagabondo, si tratta di un piatto di spaghetti conditi con un sugo di pomodoro e polpette abbastanza grandi (possibilmente da servire in modalità due porzioni in un unico piatto, con l'obbligo per un commensale di succhiare lo spaghetto galeotto che magicamente sarà lo stesso risucchiato dall'eventuale partner, seduto di fronte). Romano dice che specialmente al sud Italia esistono molte praparazioni di pasta con polpette, ma sono molto più piccole. Aggiungo io che difficilmente la pasta è di formato "spaghetti", e delle polpette piccole ne so qualcosa quando cucino la pasta al forno alla materana che è condita da una miriade di micro polpettine che ti costringono ad un esercizio veramente zen durante la loro preparazione.

E dalla mia esperienza, e dai commenti simpaticissimi dei lettori dell'articolo di Nunzio Romano, ecco le appendici al decalogo!

  • appendice A
    Il formaggio sul pesce
    Diffusissimo ovunque nei ristoranti italiani all'estero, e che tocca dei picchi di orrore quando il formaggio non è neppure parmigiano ma per esempio cheddar arancione grattugiato grosso (addio zuppa di pesce!)
     
  • appendice B
    Aggiunte creative
    A Londra ho avuto modo di notare nei menù dei ristoranti "italiani" che la maggior parte dei piatti subisce delle "aggiunte creative". Un piatto già di per se perfettamente pulito ed equilibrato viene accessoriato da salse, dip (salsa dove intingere qualcosa), topping e via discorrendo. Un classico esempio? Il pesto, come faceva notare un lettore dell'articolo, che qui in Italia viene usato per condire la pasta o al massimo in qualche pizzeria di quelle audaci aggiunto alla pizza, fuori dai patrii confini diventa una salsa per riempire i panini, viene spalmato sulle bruschette, usato per intingerci di tutto, insomma abbastanza violentato. Ovviamente sorvolo, non avendolo assaggiato personalmente, sulla composizione, spero solo che sia importato da qualche azienda italiana (di qualità) e non realizzato con basilico annaquato e mandorle (o anacardi) e margarina! Per essere giusta però devo dire che tali orribili ingredienti si trovano anche in molte confezioni di pesto in vendita nei banchi frigo dei supermercati nostrani, per cui consiglio il fai da te o almeno di guardare bene gli ingredienti al momenti dell'acquisto.
     
  • appendice C
    Pizza e fantasia
    Sebbene in Italia siamo abituati a lunghi menù in pizzeria, essendo le pizze declinate in diverse varianti, ho l'impressione che all'estero a volte la pizza diventi solo un pretesto per servire altro, una specie di base insomma dove tutto è permesso. Anche qui abbondano gli esempi riportati dai lettori, come la famosa pizza hawai con anans e prosciutto diffusissima negli USA ma anche in Olanda e altri paesi europei, la pizza con salsa barbecue e carne tritatata, molto amata in Spagna, la già citata pizza con la salsa di pollo, e in ultimo la Pepperoni pizza, con la quale si intende pizza e salame piccante nei paesi anglofoni e che lascia gli stranieri attoniti in Italia quando dopo l'ordinazione in tali termini, si vedono servire al tavolo una bella pizza con peperoni fritti o grigliati! Non potrò mai dimenticare la faccia sconvolta del marito inglese di una mia cara amica, quando gli capitò questo classico misunderstanding...
     
  • appendice D
    Pane all'aglio
    Molti riportano questo onnipresente pane all'aglio (con varianti al burro e al formaggio) nei ristoranti italiani oltreconfine, tanto che un lettore perfidamente consiglia molta prudenza per l'apparato digerente se si ha intenzione di ordinare il pranzo "italiano", accompagnato con pane al burro e aglio, e concluderlo con un cappuccino da mezza pinta... Sicuramente esisterà un pane simile in qualche sperduto paese italiano, visto che abbiamo la fortuna di avere una varietà gastronomica regionale ricchissima, ma di sicuro anche questo non è affatto un classico ed è sconosciuto nella maggior parte del (bel) paese.
     
  • appendice E
    Errori vari
    Qui ad essere uccisa non è la buona cucina, ma l'ortografia. Ovviamente non parlo di un accento dimenticato o una virgola mancante, ma di veri e propri obbrobri come "Bruscettia, bollognaisse" ecc. Ma dico io, che vi costa far correggere i vostri menù da qualche italiano, ed evitare errori e strafalcioni a volte dall'effetto davvero comico?


     
Peace&love

Nei commenti all'articolo che ho citato ho letto diverse volte, l'accusa, velata o meno, di non essere "open minded". Chiedo scusa se con la mia versione urterò la sensibilità gastronomica di qualcuno, è un mio punto di vista, e non penso che sia un problema di mentalità aperta ma solo di sapori e di ingredienti buoni.

Poi se proprio vi piace il frappè alla fragola con la pizza cozze gamberetti e parmigiano...

blog comments powered by Disqus

MyFreeCopyright.com Registered & Protectedcopywriting

Privacy Policy